Il “Cinepanettone”: nascita e fine di un genere

il

Tutti abbiamo sentito parlare di “cinepanettoni” ma, oggi, cercheremo di capire, attraverso un breve excursus da dove nasce questo termine, quale sono le caratteristiche del “genere” e quali film possono essere inseriti all’interno di questa etichetta spesso fuorviante.

Per “cinepanettoni” non si intendono tutti quei film italiani che, sfruttando la propizia uscita natalizia, riscuotono incassi da record al botteghino perché, se così fosse, andrebbero inscritti in tale genere anche i film degli anni Ottanta con Adriano Celentano e quelli con Roberto Benigni e il trittico siciliano Aldo, Giovanni e Giacomo negli anni Novanta. Alla definizione appartengono solo i film usciti dalla factory creativa dei Vanzina e Neri Parenti e collaudata dalla coppia Boldi- De Sica a partire dal ’94. Queste pellicole, oltre ad approdare nelle sale sempre a ridosso delle vacanze natalizie, contenevano anche nei titoli un esplicito riferimento alla festività come “Vacanze di Natale” o un banale “Natale da qualche parte” o sfruttando l’anglicismo “Christmas”.

Una caratteristica pedissequa di tale genere è ravvisabile in due tipi di guest star che popolano la pellicola: in ogni cinepanettone, infatti, ritroviamo delle star di calibro internazionale, che servono appunto a rendere internazionale il prodotto, come Ron Moss in “Christmas in Love”, Diego Armando Maradona in “Tifosi”, Luke Perry in “Vacanze di Natale” affiancati da star italiane di contorno come Biagio Izzo, Fichi d’India, Enzo Salvi.

La caratteristica principale dei film ascrivibili in tale genere è, ovviamente, l’ambientazione vacanziera della pellicola che, consentendo una temporanea sospensione della realtà, come in un carnevale, rende possibile e lecito la rinuncia a qualsiasi tipo di remora, timore o buon senso. L’ ambientazione, solitamente in alberghi extra lusso dove si incontra la strafiga di turno che appare meno vestita di come la si vede in tv, ma più coperta rispetto al suo ultimo calendario, aiuta lo spettatore medio-borghese (canale di riferimento principale di questi film) ad immergersi completamente nella vicenda.

Non è affrettato affermare che, in fondo, il “cinepanettone” abbia raccolto l’eredità evolutiva della commedia all’italiana, rivolgendosi al suo stesso pubblico e con nessun’ambizione particolare se non quella di strappare una risata.

Come abbiamo detto, però, tutta la forza di queste pellicole si regge su un duo comico. Se ci riflettiamo la storia del cinema è piena di sodalizi di questo genere a partire da Totò e Peppino, Franchi e Ingrassia. Dopo queste coppie storiche c’è stato un periodo che possiamo definire di interregno, dove, le coppie apparse sugli schermi, in cui un ruolo preponderante aveva Renato Pozzetto affiancato da Montesano o Villaggio, non hanno sortito nessuna filiazione interessante. Il merito dei Vanzina, dunque, consiste nel aver individuato una nuova coppia comica, quella di Boldi – De Sica, in grado di dare nuova linfa alla commedia italiana e in grado di tenere testa all’emergente potere del medium televisivo che stava cambiando i gusti del pubblico e allontanandoli progressivamente dalle sale cinematografiche.

Da qualche anno il sodalizio Boldi- De Sica era, però, stato bruscamente interrotto ma, contro ogni previsione per Natale 2020 la coppia storica ritornerà sullo schermo con “Natale su Marte”, disponibile dal 13 dicembre sulle piattaforme on demand. Inevitabilmente non ci aspettiamo sia un film in grado di rievocare i tempi d’oro, anche perché i gusti del pubblico sono cambiati e noi iniziamo a domandarci quale e se ci sarà una nuova coppia comica. Pensiamo, piuttosto, che la commedia italiana stia prendendo una nuova piega grazie ad attori del calibro di Giallini, Fresi e Leo, in grado di far ridere ma anche toccare corde più intime.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...